Il liquore alla liquirizia

Il liquore alla liquirizia è un digestivo prodotto nel Meridione, in particolare nella zona di Ischia e viene sempre più utilizzato a guisa di amaro al termine del pasto. Si tratta di un liquore di discreta gradazione alcolica (25°), preperato con alcol ed estratto di  liquirizia. L’alcol, come è noto, è la materia prima necessaria per la fabbricazone di tutti i prodotti definiti ‘liquori’ e viene ricavato per distillazione o rettificazione dai prodotti della fermentazione della melassa da barbabietola o da frutta. La liquirizia si estrae invece dal succo delle radici e prevde alcune fasi, a partire dalla frantumazione dei

liquirizia

Il liquore alla liquirizia è un digestivo prodotto nel Meridione, in particolare nella zona di Ischia e viene sempre più utilizzato a guisa di amaro al termine del pasto.

Si tratta di un liquore di discreta gradazione alcolica (25°), preperato con alcol ed estratto di  liquirizia. L’alcol, come è noto, è la materia prima necessaria per la fabbricazone di tutti i prodotti definiti ‘liquori’ e viene ricavato per distillazione o rettificazione dai prodotti della fermentazione della melassa da barbabietola o da frutta.

La liquirizia si estrae invece dal succo delle radici e prevde alcune fasi, a partire dalla frantumazione dei segmenti di radice ben puliti e poi sminuzzati in modo da ottener una massa abbastanza omogenea ed uniforme dall’aspetto piuttosto grossolano da cui, mediante alcuni solventi, viene estratto un liquido che contiene tutte le preziose sostanze della liquirizia ma anche una paercentuale di impurità e di acqua superflua che vanno eliminate.

Il liquido così estratto viene innanzitutto fatto segmentare attraverso una semplice operazione di decantazione, quindi centrifugato per liberarlo dalle impurità e, infine, concentrato. Al termine di questa lavorazione, il rapporto tra l’acqua e l’estratto è di 1 a 4, per cui il prodotto, riporato a temperatura normale, si solidifica prendendo l’aspetto del liquido bruno-nerasto denso, dolce e aromatico.

Infine, dalla sapiente unione e ulteriore lavorazione di questi ‘pani’ di liquirizia con l’alcol nasce finalmente il liquore in oggetto, che ha un sapore molto  gradevole.
Come si consuma il liquore alla liquirizia? In un bicchierino alla temperatuta di 10°. E non c’è solo il consumo diretto, perchè questo liquore è indicato anche per guarnire coppe di gelato e per la preparazione di torte e dolci.
Può altresì essere impiegato per ‘correggere’ la classica tazzina di caffè alla fine del pasto, ma conerisce un gusto particolarmente gradevole anche al caffè ghiacciato e alle granite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.