Top
Torta salata agli spinaci
fade
6299
post-template-default,single,single-post,postid-6299,single-format-standard,eltd-core-1.1.1,flow-ver-1.3.6,eltd-smooth-scroll,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-grid-1300,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-vertical,eltd-sticky-header-on-scroll-up,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,eltd-light-header,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Torta salata agli spinaci

la ricetta della torta salata agli spinaci

Torta salata agli spinaci

la ricetta della torta salata agli spinaci

La torta salata agli spinaci è una vera e propria bomba di gusto. Ideale per un antipasto rustico a base di verdure ma anche per uno spuntino pomeridiano sostanzioso ed efficace soprattutto per chi soffre di ferro basso.

Torta salata agli spinagli: gli ingredienti per 6 persone

Ecco gli ingredienti per preparare una torta salata agli spinaci

  • 350 gr di farina bianca
  • 150 gr di farina di grano saraceno
  • 25 gr di lievito di birra
  • 200 gr di polpa di zucca
  • 200 gr di ricotta
  • 200 gr di spinaci lessati
  • 50 gr di parmigiano grattugiato
  • noce moscata q.b.
  • olio, sale e pepe

Come si prepara una torta salata agli spinaci

Preparare un impasto con le due farine mescolate, il lievito di birra sciolto in poca acqua tiepida, il sale e tanta acqua quanto basta per ottenere un impasto liscio e sodo.

Lessate la zucca a vapore, riducetela in purea e aggiungere la noce moscata e un pizzico di sale e pepe. Mescolate la ricotta con il parmigiano e gli spinaci tritati.

Stendere due dischi di pasta lievitata, poggiate il primo su una teglia spennellata d’olio, spalmatevi la zucca e sopra adagiate gli spinaci, facendo attenzione a sovrapporli soltanto, non anche a mescolarli.

Chiudete con il secondo disco di pasta sfoglia, pigiate bene i bordi con la punta delle dita, mettete in forno caldo a 200° e cuocete per 40 minuti. Ritirate, lasciate intiepidire e servite.

La torta salata agli spinaci può essere servita come antipasto rustico a base di verdure oppure gustata come simpatico spuntino pomeridiano.

Debora De Santis
No Comments

Post a Comment