Top
Come fare l'uovo di cioccolato in casa
fade
538
post-template-default,single,single-post,postid-538,single-format-standard,eltd-core-1.1.1,flow-ver-1.3.6,eltd-smooth-scroll,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-grid-1300,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-vertical,eltd-sticky-header-on-scroll-up,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,eltd-light-header,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Preparare l’uovo di cioccolato

come fare l'uovo di cioccolato in casa

Preparare l’uovo di cioccolato

come fare l'uovo di cioccolato in casa

Come fare l’uovo di cioccolato

Quel che non tutti sanno è che l’uovo si può anche preparare in casa, alla condizione di acquistare gli appositi stampi a forma di uovo, disponibili in diversi formati e materiali, ma preferibili in plastica.

Una volta scelto lo stampo, si procede all’acquisto del cioccolato, che deve contenere il 35% di burro di cacao per rendere al meglio. Inoltre, ma questo non sarà certo un problema, deve essere abbondante perchè le uova artigianali sono più spesse delle industriali.

La procedura per fare l’uovo di cioccolato

Lava lo stampo con acqua bollente, lasciandolo ‘immerso’ per alcuni minuti, in modo che diventi perfettamente pulito anche senza saponi, che rischierebbero di lasciare scie di profumo recepibili dal cioccolato. Poi asciualo accuratamente, non deve rimanere umido altrimenti il cioccolato si attacca allo stampo.

Riscalda il cioccolato e versalo nello stampo fino a coprirne più della metà, distribuendolo in modo uniforme, poi aspetta che sia, come dire, un pochino rappreso, poggiandolo su carta di alluminio o da forno.

Dopo una decina di minuti il cioccolato deve avere un aspetto opaco e a questo punto si può versare il restante cioccolato fuso tenuto in caldo nell’altra metà dello stampo(al di sopra dei 26°C) e si aspetta per altri 10 minuti.

Poi si prende lo stampo, con la parte arrotondata verso l’alto, si ripone nel frigorifero e dopo circa 30 minuti l’uovo dovrebbe essere pronto. Come si capisce? La cioccolata è opaca e non attaccatissima allo stampo, con una leggera pressione si stacca ed è anzi gà un pochino distaccata.

Ora abbiamo 2 mezze uova, non rimane che inserire la sorpresa e sigillarle, aiutandosi con una spatolina per spalmare del cioccolato fuso che faccia da cerniera.

Per i più creativi è il momento della decorazione, per chi è già provato dall’impresa di creazione artigianale dell’uovo di Pasqua non rimane che incartarlo se è un regalo, o mangiarlo se è per uso personale…

Debora De Santis
1 Comment
  • fridavp

    Un anno io e le mie sorelle ci mettemmo in testa di preparare le uova di cioccolato in casa.
    L’impegno è stato notevole, non è proprio facilissimo.
    Inoltre il cioccolato da sciogliere ( e non deve essere la solita tavoletta ma di un tipo particolare con alta percentuale di cacao) va veramente caro, aggiungi il costo delle decorazione e il confezionamento alla fine anche in termini economici non conviene, secondo me.
    In commercio esistono uova di cioccolato di qualità e le offerte non mancano.
    Quest’anno ho il piacere di ricevere a casa gratuitamente da Zzub un uovo Lindt, tra il tipo Noccior e Lindor.
    Zzub è una community di consumatori che offre la possibilità di testare prodotti e servizi , in cambio gli utenti invieranno i loro feedback e passaparola in merito.
    Non vedo l’ora che arrivi, le mie papille gustative sono pronte e anche quelle dei miei amici.

    28 marzo 2012 at 11:55

Post a Comment