Top
I carciofi fanno bene durante la gravidanza
fade
4685
post-template-default,single,single-post,postid-4685,single-format-standard,eltd-core-1.1.1,flow-ver-1.3.6,eltd-smooth-scroll,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-grid-1300,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-vertical,eltd-sticky-header-on-scroll-up,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,eltd-light-header,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

I carciofi fanno bene durante la gravidanza

I carciofi fanno bene durante la gravidanza

Benefici dei carciofi in gravidanza

In particolar modo l’attenzione dei medici si appunta sul ferro, una delle sostanze più importanti in assoluto, che può provenire non solo dalla carne, ma anche da altri alimenti.

Il ferro

Dalle verdure, per esempio, come gli spinaci e i carciofi. Questi ultimi, in particolare, contengono pochissime calorie e, come già accennato, una buona quantità di ferro; inoltre sono ricchi di fibre, che regolano il transito intestinale, aiutando così la digestione, e regolano l’assorbimento dei grassi e degli zuccheri. Inoltre, se insieme ai carciofi si beve un bel pò di acqua, si favorisce il senso di sazietà. Altra sostanza importante è la cinarina, una sostanza appartenente alla categoria dei polifenoli, che si trova nelle foglie dei carciofi e svolge delle importanti funzioni: è depurativa e favorisce la diuresi, il che è di particolare importanza quando una donna è incinta e, soprattutto dopo il primo trimestre, tende a soffrire di ritenzione idrica.

I sali minerali

Ci sono poi i sali minerali, in particolare il potassio e il magnesio che sono molto utili in particolare se la gravidanza si svolge durante l’estate, quando il caldo fa aumentare la sudorazione e la perdita appunto di importanti sali minerali. E cosa dire del magnesio, fondamentale per evitare o comunque ridurre l’insorgenza dei crampi (frequenti durante l’attesa) e per regolare le contrazioni uterine. Se in fatto di potassio e magnesio i carciofi sono ben messi, in termini di sodio no, il che rappresenta un ulteriore punto a loro vantaggio, perchè il sodio non fa certo bene: ritenzione idrica e gonfiore agli arti inferiori non sono certo auspicabili, soprattutto durante la gravidanza quando già si presentano da soli, e non hanno quindi bisogno di ulteriore ‘aiuto’.

Le ricette

I modi in cui cucinare i carciofi sono davvero numerosi. Fritti, lessi, al forno, ripassati in padella, alla giudia, come condimento per la pasta, come contorno, ripieni come piatto unico, per antipasto, freddi o caldi. Le ricette abbondano, e gli abbinamenti possibili anche. L’unico modo in cui si sconsiglia di mangiarli durante la gravidanza è crudi, marinati, insomma poco cotti. E’ vero che solo a fronte di una scarsa cottura il carciofo riesce a mantenere il suo contenuto di vitamina A e vitamina C, che deperiscono facilmente quando viene cotto, ma lo è altrettanto che per la futura mamma e per il bambino sono indicati i cibi ben cotti, mentre i crudi devono essere evitati il più possibile.

Debora De Santis
No Comments

Post a Comment