Top
Quale frutta di stagione non fa ingrassare?
fade
4620
post-template-default,single,single-post,postid-4620,single-format-standard,eltd-core-1.1.1,flow-ver-1.3.6,eltd-smooth-scroll,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-grid-1300,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-vertical,eltd-sticky-header-on-scroll-up,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,eltd-light-header,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Quale frutta di stagione non fa ingrassare?

Quale frutta di stagione non fa ingrassare?

 Mangiare molta frutta è importante, soprattutto in estate, quando leggerezza e sali minerali sono degli imperativi categorici.

Le albicocche, ad esempio, di colore allegro e gusto succoso, sono fra i tipi di frutta di stagione più apprezzati durante l’estate, soprattutto se sono di quelle piccole e possono quindi soddisfare anche il piacere di ”una tira l’altra’. Le calorie delle albicocche sono poche, circa 28 per 1 etto, mentre i benefici sono numerosi, per via della ricchezza in vitamina C, vitamine del gruppo B, sali minerali e carotenoidi. Quindi, oltre a rimanere in linea, se ne trae anche beneficio per la salute in generale.

Neanche le pesche sono caloriche, anzi, si scende anche di ‘1 punto’ rispetto alle albicocche: ad 1 etto di pesche corrispondono infatti circa 27 calorie. La pesca è inoltre lassativa e diuretica, per cui può essere ancora più utile in caaso di dieta o di regime alimentare ipocalorico. In più, le pesche sono ricche di minerali, betacarotene e vitamina C, e si prestani anche per la preparazione di fresche tisane al sapore fruttato.

Passando ai frutti esotici, ne troviamo 2 parimenti leggeri e indicati per spuntini golosi e ‘poco ingrassanti’: la papaya e il mango. Un etto di papaya contiene 40 calorie, ma non è solo per questo che ‘conviene’ mangiarla; dal momento che è decisamente povera di sodio, svolge un’azione drenante indicata per chi soffre di ritenzione idrica e cellulite.

Per quanto riguarda il mango, le calorie sono 58, un pò più rispetto agli altri tre frutti, ma va detto che per la maggior parte è composto di acqua, più o meno per l’80%. Per il resto, vitamine sali minerali e fibre, che lo rendono di facile digestione, lassativo e diuretico.

Debora De Santis
No Comments

Post a Comment