Top
Cosa significa mangiare sano?
fade
4210
post-template-default,single,single-post,postid-4210,single-format-standard,eltd-core-1.1.1,flow-ver-1.3.6,eltd-smooth-scroll,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-grid-1300,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-vertical,eltd-sticky-header-on-scroll-up,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,eltd-light-header,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Cosa significa mangiare sano?

Cosa significa mangiare sano?

Conoscere bene gli alimenti e i benefici che apportano al nostro organismo è uno dei segreti per riuscire a mantenersi in forma senza troppa fatica, perchè non basta tenere sotto controllo le calorie, bisogna anche portare in tavola varietà e qualità degli alimenti.

Iniziamo da frutta e verdura, che non devono mai mancare, perchè ricchi di vitamine, sali minerali e fibre, le responsabili del corretto transito intestinale. E’ bene alternare i vari tipi di frutta e verdura, aiutandosi magari con i colori per verificare che ci siano un pò tutti: il rosso-arancio (pomodori, carote, peperoni, zucca), il verde (bietole, lattuga, broccoli, scarola), il giallo (banane, mele, indivia, limoni). E’ inoltre preferibile scegliere la frutta e la verdura di stagione, così da evitare i prodotti trattati.

Gli alimenti confezionati si possono mangiare senz’altro, però bisogna leggere bene le etichette, in modo da evitare quelli pieni di sodio e grassi saturi, soprattutto se idrogenati. Certo non è facile, ma si può provare, orientandosi magari sui cibi biologici, che offrono maggiori garanzie per la salute in quanto non trattati con pesticidi chimici.

Con la carne rossa non si deve esagerare, perchè è la più ricca di grassi saturi; meglio la carne bianca, più magra e meno calorica. Via libera quindi a pollo, coniglio e tacchino. E anche con il pesce vanno fatte delle scelte, nel senso che non è il caso di orientarsi soltanto sui pesci magri per timore di eccedere con le calorie, ma anche sui pesci cosidetti grassi. Oltre a spigola, dentice, sogliola e orata, inserire quindi nell’alimentazione anche  il salmone, la trota, il tonno, il coregone e il pesce azzurro, che sono ricchi di omega3, gli importanti acidi grassi essenziali che il nostro organismo non è in grado di sintetizzare.

Il sale va dosato per mantenersi magri e in buona salute, non si dovrebbe superare la dose di un cucchiaino al giorno, anche perchè in realtà è già presente in modo ‘occulto’ in numerosi alimenti, soprattutto nei cibi già confezionati. Anche lo zucchero va usato con parsimonia, perchè un suo eccesso provoca un aumento di acidità nel sangue, impoverisce il corpo di sali minerali (a scapito soprattutto di ossa e denti), induce sonnolenza e difficoltà di memoria.

Debora De Santis
No Comments

Post a Comment