Top
Gravidanza e alimentazione
fade
3634
post-template-default,single,single-post,postid-3634,single-format-standard,eltd-core-1.1.1,flow-ver-1.3.6,eltd-smooth-scroll,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-grid-1300,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-vertical,eltd-sticky-header-on-scroll-up,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,eltd-light-header,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Gravidanza e alimentazione

Gravidanza e alimentazione

Per alcune donne l’alimentazione diventa un inferno durante la gravidanza. Il timore di sbagliare in qualche modo, di danneggiare il bambino mangiando qualcosa che possa fargli male, di non fare la cosa giusta, spinge spesso a ridurre in modo esagerato la quantità e la qualità di cibo.

In realtà è giusto adottare qualche precauzione per evitare di esporre il nascituro a rischi inutili, ma è bene rendersi conto che per tutelarsi è più che sufficiente seguire alcune semplici regole legate al buon senso, senza sottoporsi ad inutili stress. Inoltre è sempre il caso di fare riferiento alle indicazioni del ginecologo piuttosto che a quelle di amici, parenti e conoscenti, tutti prodighi di consigli che non andrebbero ascoltati. Le future mamme vengono spesso simpaticamente ‘perseguitate’ con consigli estremi privi di fondamento ma legati piuttosto a luoghi comuni e dicerie.

Attenzione quindi a verificare sempre le informazioni prima di metterle in pratica e a farsi guidare dal proprio di buon senso: una pizza con pomodoro e mozzarella non ha mai ucciso nessuno, al massimo può far ingrassare un pò, ma basta moderarsi e non mangiarla troppo spesso.

Il pesce non si mangia…non è proprio così. Di certo crostacei e molluschi potrebbero esporre a rischio, per cui è meglio evitarli, ma se si mangia un piatto di pasta con le zucchine e due o tre gamberetti non succede nulla. E comunque rimangono pur sempre orata, spigola, trota, merluzzo…di sicuro meglio di niente e della tabula rasa assoluta che nonne e zie spesso ‘prescrivono’.

E comunque bisogna distinguere tra quel che non va mangiato perchè potrebbe far male al bambino e quel che invece potrebbe farci ingrassare, perchè è evidente che le due motivazioni divergono e la condotta da seguire dovrebbe farlo di conseguenza. Pane, pasta, pizza fanno ingrassare se mangiate troppo spesso, ma non possono danneggiare il bimbo, a patto che si stia attenti ai condimenti: la pasta con il pomodoro va bene, con la pancetta un pò meno, con la salsiccia decisamente no. La pizza margherita  si, ma il crostino con il prosciutto crudo no, meglio il cotto, e assolutamente no alla diavola, perchè il salame va bandito durante la gravidanza.

Bene invece per le lenticchie e i fagioli, che sono ricchi di ferro e in quanto tali sono molto utili tanto per la futura mamma quanto per il nascituro, così come la carne rossa, che durante i nove mesi dell’attesa può diventare un incubo perchè si sa, fa bene, e quindi viene propinata tutti i giorni e in tutte le salse. Un pò come accadrà con il brodo per chi sceglierà l’allattamento al seno: sembrerà che non si debba mangiare altro, ma non è di certo così, quindi è bene iniziare a ragionare con la propria testa….e se si ha voglia di un pezzo di cioccolato, non c’è alcun motivo di privarsene….

Debora De Santis
No Comments

Post a Comment