Top
Pandoro di Verona: la ricetta
fade
14343
post-template-default,single,single-post,postid-14343,single-format-standard,eltd-core-1.1.1,flow-ver-1.3.6,eltd-smooth-scroll,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-grid-1300,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-vertical,eltd-sticky-header-on-scroll-up,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,eltd-light-header,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Pandoro di Verona

Come preparare il pandoro di verona

Pandoro di Verona

Pandoro di Verona
Porzioni 4
Il pandoro rappresenta il Natale e, fra tutti i dolci tipici del periodo natalizio, è quello più adatto a tutta la famiglia: sia i grandi che i piccini possono infatti gustare la morbida pasta del pandoro, ottenuta con ingredienti freschi e sani, senza l’aggiunta di creme. Le uova, la farina, il latte o la panna, il burro e la vanillina sono gli elementi che compongono questa delizia, da gustare a fine pasto ma anche per colazione o merenda. Il pandoro preparato in casa si conserva senza rovinarsi per qualche giorno, in un contenitore a chiusura ermetica o nei sacchetti per la conservazione degli alimenti, sempre opportunamente chiuso.
Vota
Stampa
Tempo di preparazione
40 min
Tempo di cottura
1 hr
Tempo totale
1 hr 40 min
Tempo di preparazione
40 min
Tempo di cottura
1 hr
Tempo totale
1 hr 40 min
Ingredienti
  1. 300 gr di farina
  2. 200 gr di burro
  3. 120 gr di zucchero
  4. 20 gr di lievito di birra
  5. 1 bicchierino di panna
  6. la scorza grattugiata di 1 limone
  7. 1 uovo + 5 tuorli
  8. 30 gr di zucchero a velo
  9. ½ bustina di vanillina
Istruzioni
  1. Per prima cosa mettete in una ciotola il lievito di birra sbriciolato, 1 cucchiaio di zucchero, 1 tuorlo e 30 gr di farina. Lavorate il composto aggiungendo poca acqua tiepida in modo da formare un panetto.
  2. Coprite la ciotola con un panno umido e lasciate lievitare per circa 2 ore.
  3. Una volta trascorso il tempo, mettete sul piano di lavoro il panetto con metà della farina rimasta e anche metà dello zucchero rimasto. Aggiungete 3 tuorli e 40 gr di burro.
  4. Riprendete a lavorare l’impasto e formate un panetto. Rimettetelo nella ciotola infarinata, coprite con un panno umido e lasciate lievitare ancora per 1 ora.
  5. Disponete quindi la pasta lievitata sul piano di lavoro e unitevi il resto della farina e dello zucchero, 1 uovo intero e 1 tuorlo. Lavoratela con energia e lasciatela lievitare coperta per altre 2 ore.
  6. Mettete di nuovo sul piano di lavoro, aggiungetevi la scorza grattugiata del limone e la vanillina, e continuate a impastare unendo poco alla volta la panna in modo che venga ben assorbita.
  7. Stendete questa pasta e con il mattarello formate un rettangolo. Tagliate il burro a pezzetti e distribuitelo al centro.
  8. Ripiegate in 3 la pasta, stendetela di nuovo e ripiegatela ancora in 3. Lasciatela riposare per 30 minuti, quindi ripetete l’operazione e lasciate riposare per altri 30 minuti.
  9. Formate una palla della pasta e mettetela nello stampo già imburrato e infarinato, in modo che la pasta arrivi alla metà della sua altezza. Lasciate lievitare in luogo tiepido fino a che la pasta non raggiunge il bordo dello stampo (circa 20 minuti).
  10. Fate cuocere nel forno preriscaldato a 200° per 30 minuti, abbassate la temperatura a 180° e proseguite la cottura per altri 30 minuti.
  11. Togliete il pandoro dallo stampo e lasciatelo raffreddare su una graticola.
  12. Prima di servirlo, cospargete il pandoro abbondantemente di zucchero a velo.
Note
  1. necessarie 3 ore di lievitazione
Consiglia ricette http://www.consigliaricette.com/
Milena Talento
No Comments

Post a Comment