Top
Nepitelle calabresi: la ricetta
fade
13639
post-template-default,single,single-post,postid-13639,single-format-standard,eltd-core-1.1.1,flow-ver-1.3.6,eltd-smooth-scroll,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-grid-1300,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-vertical,eltd-sticky-header-on-scroll-up,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,eltd-light-header,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Nepitelle calabresi

La ricetta delle nepitelle calabresi

Nepitelle calabresi

Nepitelle calabresi
Porzioni 20
Una volta pronte, le nepitelle si conservano bene in una scatola di latta o in un contenitore a chiusura ermetica per due, al massimo tre giorni. Potete quindi prepararle in anticipo rispetto al giorno di Natale, anche perché col passare del tempo diventano sempre più buone. E non richiedono neanche tanto tempo, basta formare un impasto elastico e compatto, della giusta consistenza per dar vita a questi caratteristici dolci dalla forma di un mezzaluna. Per quanto riguarda il liquore, l’importante è che sia dolce: noi usiamo lo Strega, ma se avete in casa un altro liquore dolce potete usarlo tranquillamente, tenendo presente che qualcuno utilizza anche il vino rosso.
Vota
Stampa
Tempo di preparazione
20 min
Tempo di cottura
15 min
Tempo totale
35 min
Tempo di preparazione
20 min
Tempo di cottura
15 min
Tempo totale
35 min
Ingredienti
  1. 500 gr di farina
  2. 100 gr di burro o strutto
  3. 150 gr di zucchero
  4. 500 gr di marmellata di uva
  5. 50 gr di uva sultanina
  6. 220 gr di cacao
  7. 250 gr di mandorle tritate
  8. 20 gr di cannella
  9. 1 bicchiere di liquore Strega
  10. 50 gr di zucchero a velo
Istruzioni
  1. Per prima cosa mettete in una ciotola la farina, lo strutto e un po’ d’acqua tiepida.
  2. Impastate, aggiungendo tanta acqua quanta ne occorre per rendere l’impasto morbido.
  3. Stendete l’impasto con il mattarello in una sfoglia di 2-3 cm di spessore.
  4. Dividetela in cerchi utilizzando il fondo di un bicchiere.
  5. Passate ora al ripieno: mescolate la marmellata e l’uva sultanina, il trito di mandorle, la cannella, il cacao e, per ultimo, il liquore.
  6. Fate amalgamare bene e mettete poi un po’ del ripieno all’interno di ogni cerchio, spalmandolo bene su tutta la superficie.
  7. Ripiegate i cerchi su se stessi a forma di mezzaluna.
  8. Fate cuocere le nepitelle nel forno preriscaldato a 170°.
  9. Sfornatele e spolveratele di zucchero a velo prima di mangiarle.
Consiglia ricette http://www.consigliaricette.com/
Milena Talento
1 Comment
  • mirko alexander russomanno

    le ‘nepitelle’ (noi le chiamiamo pittinipiti) si fanno per pasqua. detto questo, quasta ricetta (ottima) è la più comune sui manuali. suggerisco quella con il ripieno di marmellata d’uva, uvetta, noci, chiodi di garofano e cannella…. da consumare con zibibbo, malvasia o vin santo.

    28 marzo 2016 at 13:53

Post a Comment