Top
Risotto al tastasal: la ricetta
fade
13042
post-template-default,single,single-post,postid-13042,single-format-standard,eltd-core-1.1.1,flow-ver-1.3.6,eltd-smooth-scroll,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-grid-1300,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-vertical,eltd-sticky-header-on-scroll-up,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,eltd-light-header,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Risotto al tastasal

la ricetta del risotto al tastasal

Risotto al tastasal

Risotto al tastasal
Porzioni 4
Il risotto al tastasal prende il nome dalla pasta di salame con cui si prepara; “tastasal”, infatti, significa “assaggiare il sale”, in quanto questa pasta si utilizzava per controllare il livello di sale nel salame in preparazione. Ora, il tastasal si trova in commercio facilmente e può essere utilizzato per cucinare questo buonissimo riso. Vediamo, dunque, come preparare il risotto al tastasal per quattro persone.
Vota
Stampa
Tempo di preparazione
20 min
Tempo di cottura
25 min
Tempo totale
45 min
Tempo di preparazione
20 min
Tempo di cottura
25 min
Tempo totale
45 min
Ingredienti
  1. 350 g di riso Vialone Nano
  2. 500 g di tastasal o pasta di salame
  3. 1 litro di brodo di carne filtrato
  4. Mezza cipolla
  5. 1 bicchiere di vino bianco
  6. 1 cucchiaio d’olio Evo
  7. 1 noce di burro
  8. Formaggio grattugiato
Istruzioni
  1. Iniziate la preparazione mettendo a scaldare il brodo di carne.
  2. Nel frattempo, rosolate la cipolla con un po’ d’olio in una padella. In un tegame più piccolo, mettete a rosolare il tastasal sbriciolato.
  3. Prima che la cipolla inizi a imbiondire, aggiungete nella padella il riso, che deve tostare per qualche minuto.
  4. Concludete la tostatura del riso, sfumandolo con un bicchiere di vino bianco.
  5. Quando l’alcol del vino sarà evaporato del tutto, iniziate ad aggiungere, poco per volta, il brodo caldo e filtrato.
  6. Quando il tastasal sarà completamente rosolato, spegnete la fiamma e lasciatelo momentaneamente da parte.
  7. Come nelle più classiche preparazioni di risotti, continuate ad aggiungere il brodo al riso finché non risulterà cotto. In media, dovrebbe impiegarci una ventina di minuti.
  8. Una volta versato l’ultimo mestolo di brodo, aggiungete in padella anche il tastasal già cotto.
  9. Quando il brodo si sarà assorbito, mantecate il riso con burro e formaggio grattugiato.
  10. Servite il risotto al tastasal ancora caldo e portate in tavola anche della cannella, in quanto essa può dare il tocco finale alla pietanza, se il commensale la gradisce.
  11. Il tastasal è una pasta di salame che, in passato, serviva per “assaggiare il sale” nella preparazione del salume
  12. Come per ogni risotto, è indispensabile sfumare il riso tostato con il vino, in questo caso bianco
  13. Lasciate che anche il tastasal si impregni del sapore del brodo di carne
Consiglia ricette http://www.consigliaricette.com/
il tastasal per preparare il risotto

Il tastasal è una pasta di salame che, in passato, serviva per “assaggiare il sale” nella preparazione del salume

sfumatura del tastasal con il vino bianco

Come per ogni risotto, è indispensabile sfumare il riso tostato con il vino, in questo caso bianco

tastasasl impregnato con brodo e riso

Lasciate che anche il tastasal si impregni del sapore del brodo di carne

Milena Talento
No Comments

Post a Comment