Top
Proprietà nutrizionali del pomodoro
fade
12467
post-template-default,single,single-post,postid-12467,single-format-standard,eltd-core-1.1.1,flow-ver-1.3.6,eltd-smooth-scroll,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-grid-1300,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-vertical,eltd-sticky-header-on-scroll-up,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,eltd-light-header,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Proprietà nutrizionali del pomodoro

Proprietà nutrizionali del pomodoro

Proprietà nutrizionali del pomodoro

Il rosso frutto non solo è buono, ma fa anche molto bene: le proprietà nutrizionali del pomodoro sono ottime. E’ infatti ricco di proprietà salutari per l’organismo, talmente salutari da renderlo non solo utile ma anche necessario nel quadro di un regime alimentare equilibrato e di uno stile di vita sano.

Proprietà nutrizionali del pomodoro

Proprietà nutrizionali del pomodoro

Tra le proprietà nutrizionali del pomodoro, la virtù più importante è quella antiossidante: in termini di contrasto ai radicali liberi, il pomodoro non sembra avere rivali. E per questa capacità deve ringraziare il licopene, una sostanza che appunto si pone come antidoto contro l’invecchiamento cellulare che tanti danni può provocare all’organismo. Inserire il pomodoro nell’alimentazione in modo stabile significa porre un freno alla degenerazione cellulare, significa evitare che i radicali liberi, tanto facili da formarsi, vadano ad ossidare il corpo nei mille modi che conoscono. In questa azione il licopene è supportato dal betacarotene, anch’esso in veste di ossidante, che è contenuto in buona misura nel pomodoro.

Va detto che il licopene è presente in buona quantità in tutti i pomodori, ma ancor più in quelli maturi, dove raggiunge un livello percentuale molto alto; inoltre, quando si mangia il pomodoro crudo, il licopene viene assorbito meno dall’organismo, mentre la cottura ne agevola l’assorbimento. Secondo alcune ricerche, mangiare pomodoro regolarmente aiuta ad allontanare il rischio di tumore alla prostata, come dimostrano anche degli studi condotti ad hoc sulla percentuale di malati che consuma regolarmente pomodori.

Tra le proprietà nutrizionali del pomodoro si segnalano le vitamine, sostanze molto importanti per chi li mangia, in particolar modo la C e la A, pur non essendo presenti in quantità apprezzabile. Senz’altro la vitamina C presente in un pomodoro non è paragonabile a quella presente in un’arancia, ma è comunque maggiormente fruibile. I pomodori sono infatti disponibili tutto l’anno senza significative variazioni del gusto e della composizione, al contrario delle arance che fuori stagione somigliano solo lontanamente a quelle ‘originali’: la possibilità di mangiare pomodori due, tre volte la settimana, depone a favore dell’assunzione di un quantitativo di vitamine non trascurabile, nella misura in cui si tratta di un’assunzione costante.

E ancora, nel pomodoro ci sono i sali minerali, dal fosforo al ferro al potassio in misura non irrilevante e secondo altri studi condotti su questo vegetale, sembra che ad avvantaggiarsi delle sue proprietà siano anche le arterie, per cui l’elenco delle sue virtù si allunga ulteriormente perché di certo non sono poche le patologie a cui possono portare le arterie ostruite o non perfettamente elastiche.

Giovanni Lattanzi
No Comments

Post a Comment