Top
Fragole: proprietà nutrizionali e conservazione
fade
12439
post-template-default,single,single-post,postid-12439,single-format-standard,eltd-core-1.1.1,flow-ver-1.3.6,eltd-smooth-scroll,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-grid-1300,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-vertical,eltd-sticky-header-on-scroll-up,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,eltd-light-header,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Fragole

Fragole

Fragole

Fragole, gusto antico

La pianta della fragola nasce sulle Alpi e prospera da secoli, tanto è vero che gli antichi romani la apprezzavano in modo particolare, utilizzandola soprattutto per i banchetti più importanti. Esiste ovviamente anche una leggenda legata alla Roma antica e alla fragola, secondo la quale le lacrime versate da Venere per la morte di Adone, arrivavano a terra e invece di dissolversi si tramutavano appunto in piccole fragole. E sempre ai romani è legato il nome della fragola, che in origine veniva definita appunto frangrans, probabilmente per via del suo dolce e vivace aroma.

Fragole

La nobiltà del suo impiego in epoche passate non salva comunque la fragola dalla definizione di ‘falso frutto’. Perché questo sgradevole appellativo? Perché in realtà la fragola non è un frutto, o per lo meno non nasce come frutto ma come fiore. Il ricettacolo del fiore della pianta da cui trae origine arriva infatti a gonfiarsi, a diventare tanto più grande da assumere il caratteristico aspetto della fragola come noi la conosciamo.

Esiste inoltre una classificazione tra fragole rifiorenti e non, laddove il primo tipo identifica un frutto di piccole dimensioni che riesce a riprodursi, a fiorire più di una volta, generalmente tra giugno e settembre, mentre il secondo indica un frutto che si presenta da principio di dimensioni più importanti ma non si riproduce, nasce una sola volta l’anno e finisce lì. Ovviamente grazie alla varietà di fragola rifiorente si riesce ad avere una produzione ampia e duratura nel corso dell’intera estate.

Le tipologie di fragola sono numerose, ma nessuna è particolarmente nota, ad eccezione della fragolina di bosco, caratterizzata da dimensioni ridotte rispetto al normale e da un sapore decisamente più dolce.

Proprietà nutrizionali delle fragole

Sono solo buone o fanno anche bene? La risposta giusta è la seconda, perché questi piccoli frutti rossi vantano molte proprietà e tutte molto salutari. Del resto, sono costituite in larga misura da acqua e, già solo per questa caratteristica, sono ideali per le diete e i regimi alimentari controllati. Le calorie per 100 gr di fragole si aggirano infatti intorno alle 30, un livello decisamente basso, e inoltre, per la presenza dell’acqua, stimolano la diuresi, contrastando in tal modo la ritenzione idrica e l’accumulo di tossine.

Ad aiutare l’acqua concorre il potassio, noto diuretico che massimizza quindi la capacità dell’acqua di stimolare la ‘plin plin’. C’è poi la vitamina C, che compare in gran quantità nel frutto, e come è noto svolge un ruolo importante nella difesa dell’organismo, in termini di rafforzamento delle sue difese naturali. Inoltre le foglie delle fragole sono ricche di tannini e flavonoidi, potenti antiossidanti che proteggono dalla degenerazione cellulare e dai radicali liberi e vengono infatti impiegate nei prodotti per le cosmesi, nonché contro le scottature.

Fragole e allergie

Dopo tanti pro, esiste anche un contro. Molte persone sviluppano un’allergia rispetto alle fragole, soprattutto in tenera età. L’allergia si manifesta con la comparsa di minuscoli puntini rossi sulla pelle o con sfoghi più seri, a seconda del livello di intolleranza. In ogni caso, quale che ne sia la gravità, l’unico rimedio per l’allergia alle fragole è l’astinenza, l’eliminazione del frutto dal regime alimentare.

A volte il problema può presentarsi in periodi particolari della vita di una persona, ad esempio la gravidanza, nel qual caso si può riprovare a mangiarne una o due dopo il parto e l’allattamento e, se non si verifica alcuna reazione, a reinserirle gradualmente nell’alimentazione.

Come conservare le fragole

La fragola è un frutto delicato che si deteriora con facilità e soprattutto con grande rapidità, per cui non si adatta a lunghe permanenze in frigorifero. Giusto domandarsi, quindi, come conservare le fragole. La prima risposta sta nell’attenzione al momento dell’acquisto: intanto bisogna sincerarsi di acquistarle fresche visto che già durano poco, e in tal senso le variabili da osservare sono due: colore e consistenza. Il colore deve essere un rosso acceso e la consistenza deve essere soda. No alle incursioni di verde o bianco sulla superficie della fragola, no al molliccio o anche soltanto al morbido.

Una volta acquistate, rosse e compatte, come dobbiamo conservare le fragole? Prima di tutto dobbiamo fare attenzione a lavarle accuratamente, per evitare ogni traccia di trattamenti ed eventuali antiparassitari. L’abitudine di metterle a bagno nell’acqua fredda è buona, ma non bisogna eccedere con i tempi, poiché si rischia che perdano troppo sapore. Qualche goccia di limone può aiutare a pulirle bene, anche perché se rimane traccia del suo sapore non è un dramma, soprattutto per chi ama condirle appunto con il limone.

Per conservare le fragole al meglio occorre metterle in frigorifero, mai all’aria aperta proprio perché si rovinano facilmente, e possibilmente in un contenitore ampio, per evitare schiacciamenti. Il tempo massimo per la conservazione è di 3 giorni, ma meglio consumarle già al secondo giorno. Al di là del dispiacere di trovarne qualcuna ammaccata, c’è anche un discorso economico, perché non costano poco, se non a fine stagione, e non è quindi il caso di sprecarle.

Come aprire una coltivazione di fragole e frutti di bosco

  • Kit per aprire una coltivazione di frutti di bosco
    Creaimpresa.it
    Un kit proposto da CreaImpresa che aiuta a risolvere le difficoltà inerenti l’avvio di un impianto di coltivazione di frutti di bosco, e a decidere come realizzare al meglio questa iniziativa imprenditoriale. Una soluzione online efficace e intelligente per progettare, valutare, realizzare e lanciare con successo il tuo business.
Giovanni Lattanzi
No Comments

Post a Comment