Wonton: ricetta

I wonton sono fra gli antipasti più diffusi della cucina cinese, di quelli che bisogna provare almeno una volta quando si va al ristorante cinese. Si tratta di fagottini di pasta ripieni di carne e verdure. La pasta è la stessa degli involtini primavera, una sfoglia leggera e molto morbida che si prepara con farina, uova e amido di mais. Saper preparare la pasta per i wonton equivale a saper fare gli involucri degli involtini primavera, perché si tratta praticamente dello stesso impasto, che viene poi utilizzato in modo diverso.

La ricetta dei wonton

Nel caso degli involtini, infatti, la pasta viene tesa per farle acquisire la tipica forma allungata, e risulta così più sottile; nel caso dei wonton viene invece ripiegata su se stessa, per dar vita a dei fagottini che richiamano i ravioli.

Fagottini di pasta molto morbida e ricca di ripieno, prevalentemente di carne di maiale. Una piccola prelibatezza da mangiare insieme agli altri antipasti, compresi gli involtini primavera, con i quali può convivere benissimo perché si tratta di due cose completamente diverse. Oppure si possono mangiare solo wonton, considerato che ormai vengono riempiti in vario modo.

La ricetta dei wonton

Gli ingredienti per 4 persone

Per la pasta

  • 400 gr di farina
  • 2 uova
  • acqua e sale

Per il ripieno

  • 400 gr di trito di maiale
  • 1 cucchiaio di salsa di soia
  • 1 porro
  • 2 uova
  • 30 gr di funghi
  • 1 cucchiaio di sakè
  • olio di sesamo q.b.

La preparazione

Per prima cosa si preparata la pasta per i wonton: si mettono in una ciotola uova, sale e farina e si mescola, aggiungendo di tanto in tanto qualche cucchiaio di acqua in modo che il composto diventi elastico oltre omogeneo. Si copre la ciotola con un foglio di pellicola trasparente e si tiene il luogo asciutto per una ventina di minuti.

Nel frattempo ci si dedica al ripieno: si tritano il porro e i funghi e si sbattono le uova. Poi si mescola il tutto fino a ottenere un composto ben amalgamato e si tiene da parte mentre si stende la pasta in una sfoglia. A questo punto si ritagliano dalla sfoglia dei quadrati di medie dimensioni e al centro di ognuno si colloca un cucchiaio di ripieno. Si ripiegano tutti gli angoli del quadrato verso il centro, a mo’ di fagottino, e si spennella la pasta con un filo d’olio. A questo punto si fanno cuocere i wonton a vapore per una decina di minuti, poi si servono ben caldi.

Il suggerimento per gustare i wonton

I wonton si preparano al vapore, almeno nella versione classica, ed è così che si mangiano al ristorante cinese. Tuttavia se preparati in casa possono anche essere fritti o cotti nel forno. L’unica accortezza è fare attenzione che non si induriscano o diventino croccanti, perché una delle loro caratteristiche è la morbidezza della pasta.

fonte foto Wikipedia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *