Top
Riso alla cantonese: ricetta
fade
12198
post-template-default,single,single-post,postid-12198,single-format-standard,eltd-core-1.1.1,flow-ver-1.3.6,eltd-smooth-scroll,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-grid-1300,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-vertical,eltd-sticky-header-on-scroll-up,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,eltd-light-header,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Riso alla cantonese: ricetta

Riso alla cantonese: ricetta

Riso alla cantonese: ricetta

Tradizione del riso alla cantonese

Per preparare il riso alla cantonese bisogna utilizzare solo certi specifici ingredienti, nel senso che non va bene un riso qualunque, ma dovete necessariamente impiegare la varietà “basmati”, che ha i chicchi sottili e allungati. Poi piselli fini e delle piccole frittatine sottili. A parte viene servita la salsa di soia, immancabile nelle ricette cinesi.

Ricetta del riso alla cantonese

Gli ingredienti per 4 persone

  • 270 gr di riso basmati
  • 3 uova
  • 250 gr di piselli
  • 130 gr di prosciutto cotto a dadini
  • 1 cipolla
  • 6 cucchiai di olio di semi di arachidi
  • sale
  • 2 cucchiai di salsa di soia

La preparazione

Fate cuocere il riso in acqua già salata e nel frattempo preparate gli altri ingredienti. Iniziate dai piselli, che possono essere bolliti oppure rosolati in padella, con poco olio d’oliva: l’importante è che alla fine risultino tosti ma non duri e che non vengano fritti in olio di semi. Poi passate alla cipolla, che va tritata sottile e suddivisa in due mucchietti da conservare separatamente. Ora è il momento delle uova e qui è importante prepararle secondo la ricetta, perché le uova strapazzate del riso alla cantonese sono dei piccoli pezzetti simili alla frittata, piccoli e molto sottili.

Sbattete quindi le uova in un piatto con una parte del trito di cipolla e il sale, quindi fate scaldare un paio di cucchiai di oli di semi in padella e versatevi le uova, fino a che non diventano ben strapazzate. Mettetele in un piatto e tagliatele in pezzetti sottili con l’aiuto di una forchetta, tanto non serve il coltello perché sono morbide. A questo punto il riso dovrebbe essere pronto e dopo averlo scolato passatelo per un paio di minuti in padella, con l’altra metà del trito di cipolla e un cucchiaio di salsa di soia: in questo modo il riso prenderà sapore e potrete separare tutti i chicchi.

In altra padella ampia rosolate i piselli e il prosciutto a cubetti, regolando di sale se lo ritenete opportuno, e poi aggiungete il riso, così da far saltare tutto insieme per un minuto, giusto il tempo di far amalgamare per bene tutti gli ingredienti. Servite il riso alla cantonese ben caldo, con una ciotolina di salsa di soia.

I gamberetti nel riso alla cantonese

La ricetta che abbiamo proposto prevede un condimento a base di piselli, dadini di prosciutto e uova strapazzate, ma in realtà molto spesso compare anche un altro ingrediente i gamberetti. Quei gamberetti piccolissimi che spesso sono usati nella cucina cinese, tanto che un altro piatto tipico è proprio il riso ai gamberetti.

La ricetta non cambia, i gamberetti vanno semplicemente lessati e poi saltati in padella insime ai piselli e al prosciutto. Vale la pena di provare entrambe le versioni, anche se comunque in termini di gusto non cambia molto, perchè gamberetti hanno un sapore molto delicato e portano semmai solo un po’ di dolcezza in più.

Giovanni Lattanzi
No Comments

Post a Comment