Top
Burritos: ricetta
fade
12187
post-template-default,single,single-post,postid-12187,single-format-standard,eltd-core-1.1.1,flow-ver-1.3.6,eltd-smooth-scroll,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-grid-1300,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-vertical,eltd-sticky-header-on-scroll-up,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,eltd-light-header,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Burritos: ricetta

Burritos: ricetta

Ricetta dei burritos

Rispetto alle altre varianti, come ad esempio i tacos, i burritos sono tipicamente ripieni di verdure piuttosto che di carne, e poi c’è l’immancabile salsa piccante. Le verdure vengono lessate prima di essere messe nella tortillas e poi sono affiancate dalla salsa e a volte anche da verdure crude, come l’insalata. Il fatto che le verdure siano predominanti non significa che il ripieno non possa includere la carne, infatti molto spesso i burritos vengono farciti con il pollo o con tipi di carne più leggera del manzo che viene usato con maggior frequenza per i tacos.

Ricetta dei burritos

Gli ingredienti per 10 burritos

  • 10 tortillas
  • 300 gr di fagioli rossi
  • 150 gr di funghi champignon
  • 5 foglie di lattuga
  • 2 grosso peperone rosso
  • 2 pomodori rossi di media grandezza
  • 1 zucchina grande o 2 piccole
  • 1 cipolla
  • olio d’oliva
  • sale e pepe (macinato o da macinare sul momento)

La preparazione dei burritos

Nella nostra ricetta utilizziamo le tortillas pronte, ma chi preferisce può anche prepararle fresche. Una volta che si hanno le tortillas a disposizione, si inizia a lavorare le verdure, lavandole tutte sotto acqua fredda ad eccezione della cipolla, che va affettata sottile. Poi si tagliano le zucchine a rondelle, i pomodori a dadini, il peperone a cubetti e i funghi a listarelle; per ultimi si sgocciolano e sciacquano velocemente i fagioli, e si taglia l’insalata come si preferisce, a pezzetti o alla julienne.

Quando tutte le verdure sono pronte si prende una padella ampia, meglio se antiaderente, e si fa rosolare la cipolla in abbondante olio; non appena la cipolla imbiondisce si può unire tutto il resto, iniziando con i peperoni, le zucchine e i funghi e terminando con i fagioli e l’insalata. Regolare di sale e pepe, chiudere con il coperchio e far cuocere per una decina di minuti, girando ogni tanto con un cucchiaio di legno.

A pochi minuti dalla fine, scaldare le tortillas nel forno, sulla piastra, nel tostapane o nel microonde, dove vi è più comodo insomma, facendo attenzione a non bruciarle o renderle troppo croccanti. Disporle quindi sul piano di lavoro e mettere un po’ di ripieno al centro di ognuna: ripiegarne i bordi per formare il caratteristico fagottino e servire i burritos ben caldi.

Suggerimenti per la cottura dei burritos

Cottura delle tortillas

Per la cottura delle tortillas si possono seguire due procedure: secondo la ricetta originale, le tortillas sono già calde quando accolgono il ripieno. Si provvede quindi a scaldarle in modo che siano subito pronte dopo la farcitura. Diversamente si può cuocere tutto insieme, nel senso che si preparano le verdure, si riempiono le tortillas e poi si inforna tutto insieme, di nuovo. In questo modo le tortillas vengono servite caldissime non appena escono dal forno e alle verdure non fa comunque male un ulteriore passaggio al caldo, soprattutto se sono solo lessate e non rosolate.

Cottura delle verdure

A proposito delle verdure, sempre secondo la ricetta tradizionale, basta lessarle per utilizzarle poi come ripieno delle tortillas, ma è sempre più diffusa la tendenza a rosolarle. Come negare, infatti, che il sapore di una verdura rosolata sia ben più ricco di quello di una semplicemente lessata? Si tratta comunque di gusti e di velocità di preparazione. Un ultimo appunto va fatto a proposito dell’insalata. Non tutti apprezzano la lattuga cotta, per cui si può provare ad aggiungerla per ultima, proprio prima di richiudere il burrito: si scalderà, ma almeno non sarà cotta.

Giovanni Lattanzi
No Comments

Post a Comment