Cosa si mangia nella cucina spagnola di Valencia?

La cucina della Comunidad Autónoma di Valencia, una delle 17 regioni autonome spagnole, è tipicamente mediterranea. In questa tradizione culinaria gli ingredienti principali sono rappresentati da pesce, carne e verdure anche se il posto d’onore è senza dubbio riservato alle innumerevoli preparazioni a base di riso, tra le quali spicca la nota paella. Questa cucina è fortemente imparentata con quella catalana ma anche con le tradizioni culinarie delle isole Baleari, di Murcia, della Castilla-La Mancha e dell’Aragona.

Cucina spagnola di Valencia

Riso e paella, piatto simbolo della cucina di Valencia

Nonostante la grandissima varietà e qualità degli ingredienti utilizzati nella cucina valenciana, il riso è il vero e proprio dominatore dei menu. Si dice che nella città di Valencia esistano oltre 40 modi diversi di preparare il riso, che può essere cucinato sia sotto forma di risotto (come nella paella) che stufato in brodo (arroz caldoso) in contenitori tradizionali di terracotta.

Altri metodi di preparazione tradizionale consistono, ad esempio, nel passare il riso al forno per conferirgli una consistenza croccante, oppure di cuocerlo sempre al forno ma ricoperto di uno strato di uova che lo mantiene molto morbido. I valenciani sono talmente orgogliosi delle loro coltivazioni di riso, e dell’uso che se ne fa in cucina, da aver ricevuto una denominazione di origine per la loro specialità!

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, la paella è un piatto di origine relativamente recente; si tratta di un riso che di base contiene verdure (piselli, cipolle, pomodori e peperoni) e viene insaporito con lo zafferano, che conferisce anche un bel colore giallo intenso. La paella viene rigorosamente cucinata sul fuoco, utilizzando una pentola bassa, larga e dotata di manici metallici detta paellera. Le più popolari varianti di paella sono:

  • Paella a la Valenciana
    preparata in genere con pollo, coniglio e lumache, anche se le sue varianti sono pressoché infinite.
  • Paella de marisco
    preparata solo con pesce, crostacei e molluschi.
  • Paella mixta
    cucinata con un misto di carne e pesce.
  • Paella vegetariana
    per chi non consuma né carne né pesce esiste anche questa paella, preparata esclusivamente con verdure.
  • Paella alicantina
    si tratta di una versione di paella preparata solo con carne di coniglio e di pollo.

Il riso è ampiamente utilizzato anche in altri piatti, come ad esempio:

  • Arròs negre
    o paella negra: preparato con seppie e colorato col nero di seppia.
  • Arròs al forn
    riso contenente patate e salsicce.
  • Arròs amb crosta
    simile all’arròs al forn, ma ricoperto da una crosta croccante fatta con uova.

Salse della cucina valenciana

Nella cucina valenciana sono molto utilizzate anche le salse, prima fra tutte la picada, che serve per aromatizzare il pesce ed è preparata con olio di oliva, mandorle tritate, latte e prezzemolo. La mullador è una salsa a base di pomodoro, che prevede molte varianti locali ed è spesso leggermente piccante, mentre l’alioli è una saporita e densa salsina molto simile alla maionese, ma dallo spiccato sapore di aglio. Queste salsine vengono utilizzate sia per condire i cibi (ad esempio le patate, ma non solo) ma anche come antipasto da consumare con fette di pane abbrustolito. La all-i-pebre è invece una salsa preparata con olio, aglio e paprika che si usa soprattutto per condire l’anguilla.

Altri piatti tipici della cucina valenciana

Nella zona di Alicante uno dei piatti più tipici è la fideuá, una sorta di paella che viene preparata con vermicelli o spaghetti al posto del riso. La fideuá prevede fra gli ingredienti anche pesce, molluschi e frutti di mare, e in alcuni casi viene tinta con il nero di seppia invece che con lo zafferano. Non mancano nemmeno le specialità a base di carne, come ad esempio gli embotits (salsicce stagionate di maiale).

A Valencia il paesaggio è dominato dalle coltivazioni di aranci, pertanto questi squisiti frutti rientrano in alcune ricette tipiche, sia dolci che salate. In quest’ultimo caso una delle più apprezzate è il pato a la naranja, una specialità nella quale la carne di anatra viene servita con una profumata salsa a base di arance.

Dolci e vini tipici di Valencia

Per quanto riguarda i dessert, fra i più diffusi troviamo i pestinyos, dolcetti insaporiti con arancia e semi di anice. Molto apprezzati sono anche i bunyols, frittelline ricoperte di zucchero a velo talvolta impastate anche con zucca, e il turrón preparato con miele e mandorle che viene consumato in occasione delle festività natalizie. Il più famoso è quello prodotto nella zona di Jijona, il Jijona y Turrón de Alicante, un prodotto a Indicazione Geografica Protetta (IGP).

Nella zona di Valencia si producono eccellenti vini, in particolare le denominazioni di origine Valencia, Utiel-Requena (vini rossi e rosati) e Alicante (vini dolci). Uno dei più conosciuti di Alicante è il Fondillón, un vino bianco dolce dall’elevato contenuto alcolico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.