Top
Prodotti tipici campani: enogastronomia e vini
fade
12041
post-template-default,single,single-post,postid-12041,single-format-standard,eltd-core-1.1.1,flow-ver-1.3.6,eltd-smooth-scroll,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-grid-1300,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-vertical,eltd-sticky-header-on-scroll-up,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,eltd-light-header,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Prodotti tipici campani

Prodotti tipici campani

Prodotti tipici campani dell’enogastronomia

La presa di coscienza da parte dei consumatori che una dieta sana e genuina come è appunto la dieta mediterranea è una garanzia in più per la salute fisica e psichica del nostro organismo ha fatto sì che i prodotti tipici campani di qualità fossero poi apprezzati in tutta Italia e conosciuti anche all’estero dove la pizza napoletana o la mozzarella di Bufala sono alcuni dei prodotti locali più rinomati.

Prodotti tipici campani

Prodotti tipici campani: bevande analcoliche, distillati e liquori

Anche bevande analcoliche, distillati e liquori vantano una lunga tradizione nel settore dei prodotti tipici campani con la preparazione di prodotti di qualità anch’essi apprezzati e rinomati ben al di là dei confini regionali. Fin dal passato molti tipi di liquori venivano prodotti in casa grazie al metodo dell’infusione a freddo e primo fra tutti, per colore e gusto inconfondibile, è il limoncello.

I limoni infatti sono uno dei frutti tipici dell’Italia meridionale e sono utilizzati come ingrediente base per una serie di liquori come il cioccolato al limoncello, il liquore alla crema di limone, il liquore di limone Costa D’Amalfi, il liquore di limone di Sorrento.

Altri tipi di liquori prodotti con frutti e prodotti della natura sono il fragolino, il liquore al tartufo nero, il liquore di amarene, il liquore di castagne di Montella, il liquore di gelse rosse, il liquore di mirtillo, il nocillo che èun rosolio la cui origine è molto antica con una elevata gradazione alcolica e preparato con le noci, il nanassino che è preparato con i Fichi d’India un frutto che cresce in abbondanza sui pendii di Salerno, sulla costiera Amalfitana e nel Cilento, lo sciroppo di arancia bionda, il sidro di mela limoncella.

Prodotti tipici campani: i formaggi

La mozzarella di Bufala Campana è una delle varietà di formaggi più tipici della Campania tanto che le è stato riconosciuto il marchio Dop.

Ma lunga è la lista di quelli che sono formaggi campani caratteristici e dal sapore caratteristico come il bebè di Sorrento chiamato così perché la forma richiama un neonato in fasce e che ha un sapore molto delicato, i burrini e la burrata di Bufala prodotti a Napoli, Salerno e Caserta che hanno un cuore di burro al loro interno, il riavullino termine che in dialetto napoletano significa piccolo diavolo che ha un sapore piccante e deciso.

E ancor,a la juncata tipica della provincia di Avellino che va consumata freschissima ed era già apprezzata nell’antichità dal poeta Teocrito, il caso conzato prodotto da tanti secoli nel Casertano e dal sapore aromatico oltre a una varietà di tipi di caciocavallo, chiamato così per la consuetudine di appendere il cacio in coppie legate assieme da un cappio di rafia e messe a cavallo di pertiche in legno vicino ai focolari, come il caciocavallo di bufala, affumicato, di Castelfranco, il caciocavallo podolico preparato con il latte delle vacche dette “podoliche” originarie in particolare delle province di Avellino, Salerno e Caserta e una varietà di caciotte come quella dei Monti Lattari e caciottina canestrata di Sorrento.

Prodotti tipici campani: i dolci

In mezzo a tante prelibatezze e prodotti gustosi non potevano mancare i dolci tipici della Campania. Primi fra tutti il Babà il cui nome ci riporta alla corte di re Stanislao che volle dedicare il dolce ad Alì Babà della fiaba Le Mille e una notte e che sembra sia arrivato a Napoli grazie agli chef francesi che lavoravano presso le famiglie nobili.

Ma è proprio a Napoli che il babà divenne un dolce squisito e inimitabile, bagnato in una soluzione di acqua, zucchero, limone e rhum, con una pasta morbidissima e dalla caratteristica forma bombata e guarnito anche con panna o creme.

Ma lunghissima è la lista di dolci campani dove troviamo anche gli struffoli un tipico prodotto natalizio guarnito con confetti colorati e pezzi di frutta candita, i sospiri al limone che sono dei piccoli dolcetti tondi guarniti con la crema al limone, il pucellato tipico dolce pasquale la cui ricetta originale sembra risalire addirittura al XII secolo, il sanguinaccio a base di latte, cioccolato e sangue di maiale, una ricetta legata alle feste popolari del carnevale, la pastiera che è il più rinomato dolce pasquale napoletano, i mostaccioli dei biscotti natalizi che riprendono il nome dai tipici baffi che portavano un tempo i signori.

Prodotti tipici campani: frutta e verdura

La natura della Campania offre una ricca di varietà di prodotti ideali come materie prime per preparare ricette e piatti tipici. Anche la storia ci racconta di quanto fin dall’antichità la terra della Campania fosse ricca di frutta, verdura e ortaggi, come ci documentano perfino alcuni degli affreschi di Pompei ed Ercolano dove sono ritratti alcuni frutti della terra come la noce, la mela, la nocciola citati anche da Plinio il Giovane nella sua opera Naturalis Historia.

Tanti i prodotti della terra che compongono la ricca varietà campana come l’albicocca vesuviana, l’aglio dell’Ufita, l’arancia di Pagani e l’arancia di Sorrento, tante varietà di castagne come la castagna del Monte Faito, di Acerno, di Serino, la castagna del prete, la castagna tempestiva del vulcano di Roccamonfina, tante varietà di ciliegie come quella del monte, della recca, di Siano, di Bracigliano, di San Pasquale, la ciliegia melella, la ciliegia maiatica.

Le varietà di fagioli come i lardari, i tabacchini, i quarantini, i fagioli dell’occhio, i fagioli a formella, di Villaricca, di Controne, il fagiolo striato del vallo di Diano, le varietà di mele come la mela bianca di Grottolella, la chianella, la limoncella, la sergente, la chichedda, la tubbiona, la zitella, le varietà di pere come la pera del rosario, la pennata, la sorba, di Sant’Anna, la spina, la pera spadona di Salerno, i pomodori come il pomodoro di Sorrento, il pomodorino vesuviano, il corbarino, lo spuniello, i pomodori secchi sott’olio. Oltre naturalmente a uva, susine, zucca, tartufo, piselli, olive, nocciole, castagne, meloni, melanzane, finocchio, cipolla, amarene, broccoli, carciofi, cicoria.

Prodotti tipici campani Dop

  • caciocavallo Silano
  • cipollotto Noverino
  • fico bianco del Cilento
  • mozzarella di Bufala Campana
  • olio extravergine di oliva Cilento
  • olio extravergine di oliva Colline Salernitane
  • olio extravergine di oliva Penisola Sorrentina
  • pomodorino del Piennolo del Vesuvio
  • pomodoro San Marzano dell’Agro Sarbese-Nocerino
  • Provolone del Monaco

Prodotti Dop in fase di registrazione presso l’Unione Europea con protezione transitoria nazionale:

  • olio extravergine di oliva Terre Aurunche
  • ricotta di Bufala Campana

Prodotti Dop in fase di istruttoria ministeriale:

  • castagna di Serino
  • oliva di Gaeta

Prodotti tipici campani Igp

  • carciofo di Peatum
  • castagna di Montella
  • limone Costa d’Amalfi
  • limone di Sorrento
  • marrone di Roccadaspide
  • melannurca Campana
  • nocciola di Giffoni
  • vitellone bianco dell’Appennino Centrale

Prodotti Igp in corso di registrazione presso l’Unione Europea con protezione transitoria nazionale:

  • suino Napoli

Prodotti Igp in fase di istruttoria ministeriale:

  • noce di Sorrento
  • pasta di Gragnano
  • torrone di Benevento
  • torroncino croccantino di San Marco dei Cavoti

Prodotti tipici campani Stg

  • mozzarella
  • pizza napoletana

Prodotti tipici campani: i vini

I vini della Campania a denominazione di origine protetta sono attualmente venti a cui corrispondono oltre 70 tipologie di vino. Un vanto della produzione enologica regionale è rappresentato dai tre vini Docg della provincia di Avellino: il Taurasi, il Greco di Tufo e il Fiano di Avellino. Al Taurasi è stato riconosciuto il marchio Docg già dal 1993.

Vini Docg

(Denominazione di Origine Controllata e Garantita)

  • Taurasi
  • Greco di Tufo
  • Fiano di Avellino

Vini Doc

  • Ischia
  • Solopaca
  • Capri
  • Vesuvio e Lacrima Christi del Vesuvio
  • Taburno
  • Aglianico
  • Cilento
  • Falerno del Massico
  • Castel San Lorenzo
  • Asprino di Aversa
  • Guardiolo
  • Sant’Agata dei Goti
  • Penisola Sorrentina, con sottozone Lettere, Gragnano e Sorrento
  • Campi Flegrei
  • Costa d’Amalfi, con sottozone Tramonti, Furore e Ravello
  • Galluccio
  • Sannio
  • Irpinia

Vini Igt

(Indicazione Geografica Tipica)

  • Colli di Salerno
  • Dugenta
  • Epomeo
  • Paestum
  • Pompeiano
  • Roccamonfina
  • Beneventano
  • Terre del Volturno
  • Campania

Sapore di Campania

“Sapore di Campania” è un marchio attribuito ai prodotti tipici campani dell’agroalimentare e l’intento è quello di valorizzare e promuovere le tradizioni e la cultura regionale.

Le aziende possono far richiesta del marchio per i loro prodotti presentando la modulistica e le attestazioni necessarie. I settori sono suddivisi per tipologia produttiva:

  • animali vivi
  • dolci-farina
  • fruttiferi
  • formaggi
  • ortaggi
  • pasta fresca
  • prodotti zootecnici
  • vendita al dettaglio
  • liquori e infusi
  • marmellate
  • miele
  • olio
  • pane-biscotti-pizza
  • pesce
  • ristorazione
  • vino

Approfondire in internet i prodotti tipici campani

  • regione campania
    Nella sezione “agricoltura” si trovano tante informazioni sui prodotti enogastronomici della regione Campania.
  • agroalimentare regione campania
    Portale di tutti i prodotti agroalimentari della Campania gestito dalle aziende del settore dove poter reperire informazioni su eventi e prodotti tipici del territorio.
  • sapore di Campania – http://www.saporedicampania/
    Sito dedicato al marchio “Sapore di Campania” dove trovare l’elenco delle aziende che hanno ottenuto tale riconoscimento per i loro prodotti suddivise secondo le tipologie produttive. Le aziende interessate nel sito trovano tutte le informazioni e i documenti per informarsi su come procedere per la richiesta del riconoscimento.
  • Campaniaonline – http://www.campaniaonline.it/
    Portale dedicato al settore dell’ospitalità in Campania, alle aziende dei prodotti tipici e alle botteghe artigiane; nelle pagine del sito si può trovare anche il calendario di eventi quali sagre, spettacoli, concerti, manifestazioni e rassegne teatrali.
Giovanni Lattanzi
No Comments

Post a Comment