Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Pane genovese

Il pandolce è tipico di Genova, ma sembra che in realtà la ricetta arrivi dalla lontana Persia, dove veniva offerto al re da un giovane paggio. E non a caso anche la tradizione genovese prevede che il giorno di Natale sia il commensale più giovane a togliere il rametto di alloro prima che il dolce venga consumato.

Pane genovese
Porzioni 4
Per il pandolce bisogna preparare una pasta ricca e friabile, con il burro, il lievito di birra e la farina. Per aromatizzarla e darle il suo sapore particolare si utilizza la polvere di mandorle insieme alle scorzette d’arancia e al kirsch, un liquore alla ciliegia che può essere sostituito con un altro liquore dolce se non lo avete in casa. Il pandolce si conserva a lungo una volta preparato, perché preparato con ingredienti sani e senza farciture: l’ideale è tenerlo in un sacchetto per la congelazione degli alimenti, oppure ricoprirlo con la carta trasparente da cucina.
Vota
Stampa
Tempo di preparazione
25 min
Tempo di cottura
40 min
Tempo totale
1 hr 5 min
Tempo di preparazione
25 min
Tempo di cottura
40 min
Tempo totale
1 hr 5 min
Ingredienti
  1. 125 gr di burro
  2. 300 gr di zucchero
  3. 5 uova
  4. 250 gr di mandorle
  5. 100 gr di farina
  6. scorzette d’arancia
  7. 1 dl di kirsch
  8. 1 rametto di alloro
Per la glassa
  1. 1 uovo (solo albume)
  2. 150 gr di zucchero a velo
Istruzioni
  1. Per prima cosa lavorate il burro e lo zucchero in una crema spumosa e soffice.
  2. Aggiungete le uova, una alla volta, sbattendo bene dopo ogni aggiunta.
  3. Mettete le mandorle nel frullatore finché non diventano una polvere sottile.
  4. Setacciate la farina.
  5. Unite al composto la polvere di mandorle, la farina, le scorzette d’arancia e il kirsch.
  6. Mescolate il tempo necessario per amalgamare il tutto.
  7. Versate il composto in uno stampo da plumcake imburrato e infarinato e fate cuocere nel forno già riscaldato a 180° per circa 40 minuti.
  8. Per verificare il grado di cottura, fate la classica prova dello stecchino: se esce asciutto, il dolce è pronto.
  9. Sformate e lasciate raffreddare.
  10. Nel frattempo preparate la glassa: montate l’albume dell’uovo a neve e aggiungete poco alla volta lo zucchero a velo. Mescolate a lungo.
  11. Spennellate la glassa sulla torta ancora tiepida e fate raffreddare completamente il pandolce genovese prima di servirlo.
  12. Mettete sulla superficie del dolce un rametto di alloro.
Consiglia ricette http://www.consigliaricette.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.